Dedicamelo

IMG_2452La prima volta che mi hai dedicato una canzone, il testo parlava di un amore sbocciato perché il poveretto non aveva null’altro da fare se non innamorarsi. Eri tutto fiero che ti fosse venuta in mente e ti brillavano gli occhi in quel modo che io, davvero, mi farei passare sopra, e me la presi, te la strappai dalle mani, quella dedica, me la succhiai come si leccano le dita dopo aver pasticciato con la Nutella e ne riparlai solo mesi dopo.
Ti chiesi: “scusa, amore, ma le hai mai sentite le parole di quella canzone?” e tu, serafico come sempre: “No, perché? Mi piaceva il titolo.”

Fu il giorno in cui compresi che tu e le dediche non avete nulla da spartire.

La seconda volta che mi hai dedicato una canzone, il testo parlava di un amore tra un uomo maturo e una ragazzina sbarbina con lui che poi la manda affanculo. Anche in quel caso, io ero rimasta a fissare il vuoto per qualche minuto cercando una connessione un po’ più positiva con gli eventi, ma niente, la canzone era proprio quella. Ho preso in mano il coraggio, però, e te l’ho chiesto subito: “scusa, amore, ma le hai mai sentite le parole di quella canzone? e tu, serafico come sempre: “No. Però tu apprezza il gesto.”

Sai, amore. Le tue dediche mi fanno impazzire.

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...