L’accordo sul nulla

Che rottura di cazzo: e la squadra dell’Italia non è ordinata e stoccafissata sulla scaletta e i film non si devono doppiare in italiano perchè perdono “aderenza all’originale”, quando tutti abbiamo amato certe pellicole solo ed eslusivamente per le sfumature verbali e le genialate espressive dei nostri doppiatori, e se parli d’amore in un certo modo è solo perchè “la scopata ti è andata di traverso” o “non sai scegliere i tuoi partner” e, se vai al gay pride, sei un markettaro e ti devi far vedere, così le aziende ti offrono un lavoro da social media coso e, se non ci vai, sei un bigotto di merda, e, se racconti a qualcuno qualcosa sei un debole perchè i “duri e puri” si scaccolano l’anima de li mortacci loro nel silenzio del loro terrazzo, e, se non parli con nessuno, chi ti credi di essere, e, se hai votato Berlusconi, Prodi, Grillo, Bersani, Renzi, Moby Dick o non hai votato, devi morire, e se leggi Proust sei depresso e se leggi i fumetti, sei ritardato e, se lavori di domenica sei sfigato (questo è vero) e, se non hai visto tutto Lars Von Trier e tutto Allen ti mancano le basi per proferire parola e, se ti piace il gelato alla crema sei banale e se ti piace il gusto puffo, sei schiavo delle suggestioni degli anni ’80 e sei un drogato di coloranti e, se leggi questo post, ti starò sui coglioni perchè esprimo concetti ovvi e, se non lo leggi, qualcuno te lo riferirà, distorto per metà, ma penserai la stessa cosa.

Quindi, comunque, un accordo l’abbiamo trovato.

5 risposte a "L’accordo sul nulla"

  1. Banalità: hai mai pensato di scrivere un libro? Chissà quante volte te l’avranno chiesto! Magari l’hai già fatto ed io non ne sono a conoscenza o, molto più probabilmente, non avresti né la voglia, né la costanza di portarlo a termine. Non è un insulto, solo che mi rivedo molto, davvero troppo in ciò che scrivi e non sarei affatto sorpresa se tra sensi di colpa nella borsetta, malinconia quasi perenne ed ipercriticità avessimo in comune anche un’ingombrante incostanza. Scusa se mi sono permessa. Se per caso scrivessi un libro, fammi un fischio, lo leggerei davvero volentieri.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...